-𝗻𝗲𝘀𝘀 x 𝕄𝕠𝕟𝕖𝕝𝕝𝕒 𝕍𝕒𝕘𝕒𝕓𝕠𝕟𝕕𝕒♡

-𝗻𝗲𝘀𝘀 x 𝕄𝕠𝕟𝕖𝕝𝕝𝕒 𝕍𝕒𝕘𝕒𝕓𝕠𝕟𝕕𝕒♡

“[...] In Italia, nel primo decennio degli anni 2000, vip e volti meno noti dello spettacolo hanno fatto pubblicità al brand. Il logo della rana è comparso in programmi televisivi e reality, passando poi per rotocalchi e giornali di gossip. Si trattava anche di pubblicità occulta?
La nostra ricerca comincia con l’analisi del processo di riconoscibilità dei vip. “Diventerai una star!” Sentivamo la necessità di creare una parodia dello star system. Dai corpi delle celebrity abbiamo sottratto visibilità e notorietà tramite l’identità Transghost. Noi di -ness siamo Transghost.
L’identità Transghost è temporanea e può attraversare il corpo di ogni individuo. Transghost fa uso dello zentai, una tuta integrale aderente, e agisce una performatività queer - in contrasto con le norme di sesso, genere, etnia ed età che creano differenze e gerarchie sociali e culturali. La paparazzata Transghost è la sintesi della nostra ricerca dentro l’archivio di Monella Vagabonda. La paparazzata gioca con il nascondimento, l’occultazione, la rivelazione e la pubblicazione di interiorità ed esteriorità, di pubblico e privato. La paparazzata crea un contrasto tra una presunta interiorità e l'immagine superficiale. La paparazzata inoltre racconta l’intrusione di uno sguardo altrui giudicante.

So bene cosa significhi essere guardato dalla testa ai piedi, essere spiato alle spalle, sorvegliato e sorpreso quando meno me lo aspetto. So cosa significhi essere nudo
(Michael Foucault in Utopie Eterotopie)

Abbiamo voluto ricreare tre ambientazioni differenti. L’interno di un’automobile, la scalinata d’ingresso di un tribunale, i negozi di lusso nelle vie del centro. Sono state di forte ispirazione le paparazzate iconiche alle celebrità americane: Britney Spears, Paris Hilton, Madonna e Sean Pean. 

Nel panorama italiano, è il sistema mediatico berlusconiano che ha prodotto vip, starlette e paparazzi. Ma cosa accade quando il vip paparazzato è Transghost? Quali sono i criteri di riconoscibilità e popolarità di una celebrità se essa si nega alla camera e afferma che la sua identità risiede nell’occultamento dei tratti fisionomici? Cosa accade se il paparazzo deve rubare un pezzo di anima a chi ha un’identità occulta? La paparazzata deflagra, lo scatto fotografico si rivela per la sua costruzione fittizia, il soggetto fotografato rimane anonimo, la percezione di celebrità diventa un un gioco di abiti, accessori e comparse”.

-ness Rooy Charlie Lana e Giulia Zulian


Torna al blog

Lascia un commento

Si prega di notare che, prima di essere pubblicati, i commenti devono essere approvati.